Malvueric ….. amaro!!!

Mai provato l’esperienza di restare con la batteria scarica?

Bhè, che sia della macchina, motorino, moto o trapano è la stessa cosa! Soprattutto se ti sei fatto due ore per salire in cima alla montagna, su un sentiero ripido e anche esposto a tratti che degli zaini belli pieni.
Tiziano e io oggi, avremmo voluto andare a vedere un bel buchetto che si apre in parete, un centinaio di metri sotto la cima, ma come avrete capito, non ci siamo riusciti. Arrivati a destinazione, iniziamo a preparare il materiale, ci cambiamo, scegliamo accuratamente il posto dove iniziare l’armo e sotto gli occhi di una allegra famigliola Francese (?) l’Uneo fa cilecca! Non proprio il trapano, ma la batteria! Io non la capisco questa LiPo. La metto in ricarica e il caricabatt mi segnala che è carica e poi mi fa fare queste figuracce. Tiziano vorrebbe nascondere la testa tra i mughi ma poi per un minimo di orgoglio italico, decide di scendere un pezzetto con io come armo umano. Lo calo una ventina di metri, poi mi tocca farlo risalire. Nel frattempo l’allegra famigliola se n’è andata e dopo poco pure noi decidiamo di ripiegare in birreria! Prossima volta caro abisso, sarai nostro!