Ultime dalla ‘FESSURA DEL LANDRI’

Nuova ‘punta’ alla ‘Fessura del Landri’  domenica 8 Dicembre! L’uscita aveva i seguenti obiettivi:

– Continuare la disostruzione della condotta forzata alla base del pozzo, quasi totalmente occlusa dal fango e della quale non si vede la fine ….. un nero invitante si intravede in lontananza.

– Iniziare le risalite sui camini terminli

– Iniziare a fare un minimo di documentazione fotografica.

Siamo quindi entrati e ci siamo subito suddivisi in due gruppi per agevolare i lavori e ottimizzare il tempo a disposizione (una parte del gruppo doveva uscire per il primo pomeriggio).

La squadra fotografica/disostruttiva dopo aver passato diverso tempo a scattare foto e a girare piccoli spezzoni di filmato, alla base del primo pozzo interno ha interrotto l’attività documentativa e si è dedicata alla disostruzione della condotta. Il lavoro è stato notevole considerando le dimensioni esigue della condotta e la quantità immane di fango che la intasa. In ogni caso sono stati disostruiti ulteriori 5 metri e  a occhio ce ne separano ancora 3/4 prima di arrivare in un ambiente che sembra più grande.

A lato di questa condotta, alla sommità di uno scivolo risalito la scorsa uscita, scavando in un cumulo di fango, è stata disostruita un’ulteriore condottina che però non dovrebbe portare a grosse sorprese.

In zona risalite invece,  nel camino più ‘sano’  come compattezza della roccia, è stata iniziata la risalita ed è stato quasi raggiunto l’imbocco di un meandro … purtroppo però come sempre il trapano ha ceduto a pochi metri dalla meta! Sicuramente la prossima domenica anche questo verrà raggiunto ed esplorato.

In fase di uscita invece, sempre nella zona del primo pozzo interno, è stato risalito un’ulteriore scivolo (fino a l’altro giorno snobbato), che con grossa sorpresa porta all’imbocco di un ulteriore saltino che non è stato disceso a causa della mancanza di materiali. Risalendo invece lungo il pozzo grazie ad un pendolo è stato possibile raggiungere un terrazzino che da in una stanzetta dalla quale parte una galleria di discrete dimensioni la cui esplorazione è stata lasciata per la prossima uscita.

Molta carne al fuoco quindi ci aspetta per il ‘prossimo turno’ in questa interessantissima e ancora sconosciuta cavità!